venerdì 29 marzo 2013

Comfort food





Sempre apprezzata la capacità, della lingua inglese, di racchiudere una trattazione di psicologia in un paio di parole. C'è un altro termine che al contempo riesca a richiamare la sensazione della coperta della nonna, di una stanza calda quando fuori si gela, dei sapori dell'infanzia e di una coccola in quel momento talmente giusto da essere perfetto?
E non esiste un termine che riesca a racchiudere così tanti significati a seconda di chi lo pronuncia e della nazione di provenienza. Per un italiano può essere la crostata della nonna, per un francese la ratatouille, e nel regno unito magari è un toast al formaggio.
Di solito è una pietanza di produzione casalinga, non necessariamente difficile anzi, di solito è composto da pochi ingredienti particolarmente golosi (generalmente cremosi o ricchi di panna e zucchero). Niente a che vedere con il nefando junk food, buono per soddisfare la spasmodica necessita di masticare e per questo oggetto di una vastissima produzione industriale.

Bene dopo tutto questo panegirico, parliamo di Mac'n'cheese (maccheroni e formaggio), il classico timballo di maccheroni amato dai bambini statunitensi. Ho sempre voluto provarlo ma mi sarebbe piaciuto applicare qualche modifica perchè, diciamocelo chiaro, pasta, panna e abbondante formaggio sono un mix piuttosto sbilanciato. E qui viene in soccorso il buon Gordon Ramsay che, nel suo ultimo libro presenta un'originale versione di sformato di maccheroni con una besciamella ai formaggi e l'aggiunta di cavolfiore. Epurato da tutte le spezie che tanto piacciono al gusto britannico ( e a dire il vero anche a me, ma a casa mia sono bandite se voglio portare i piatti in tavola) e con l'aggiunta dei miei formaggi preferiti, è diventato una pietanza golosissima e completa.

Quindi ecco la ricetta nella mia personale versione

MAC'N'CHEESE ALLA GORDON




Ingredienti per 4 persone:
300 g di cimette di cavolfiore
300 g di maccheroncini
50 g di burro
4 cucchiai farina 00
500 ml latte
sale e pepe q.b.
noce moscata
150 g Asiago
150 g scamorza affumicata
100 g formaggio grattugiato
3 cucchiai pane grattugiato
1 spicchio d'aglio
3 cucchiai d'olio

- Scottate il cavolfiore in acqua bollente e salata per 5 minuti. Nel frattempo far dorare uno spicchio d'aglio in 3 cucchiai d'olio. Scolate con una schiumarola il cavolo e passarlo nell'olio caldo (dopo aver tolto l'aglio), lasciando insaporire per qualche minuto.

- Buttate nell'acqua di cottura del cavoli i maccheroni e cuoceteli al dente. Scolate e trasferiteli in una ciotola mescolando al cavolfiore.

- Scaldate il forno a 200°. Preparate la besciamella: sciogliete il burro in una pentola e unite la farina. Versate il latte intiepidito a filo, lavorando con una frusta per eliminare i grumi. Fate sobbollire dolcemente fino a che si addensa. Insaporite con sale, pepe e noce moscata (se piace anche un po' di polvere di curry).

- Aggiungete l'asiago tagliato a cubetti. Aggiungete i maccheroni e il cavolo e mescolate bene. Trasferite in una grossa teglia oppure in 4 teglie monoporzione, alternando pasta e scamorza tagliata a cubetti. Mescolate il pan grattato e il formaggio e distribuite sulla pasta nella teglia. Infornate per 15-20 minuti finchè la superficie diventa dorata e croccante. 

Servite caldo e filante :)




Pronti per essere infornati

2 commenti:

  1. Oooh mi faccio del male a guardare queste cose!

    RispondiElimina
  2. Che carino il tuo nuovo avatar ^_^

    RispondiElimina